Top Navigation

SISTEMA DI COMANDO SENZA FILO GUIDA

GOMACO Corporation e Leica Geosystem Inc. hanno messo a punto un sistema di comando per vibrofinitrici innovativo per il futuro.


Sistema GOMACO G21 CONTROLLER CAN  (Controller Area Network)

La nuova tecnologia permette di comandare le macchine GOMACO utilizzate per le varie  tipologie di lavoro con il sistema di comando 3-D automatizzato Leica, eliminando il filo guida. Kevin Klein, direttore dell’ufficio Ricerca e Sviluppo della società GOMACO, ha dichiarato: “Abbiamo il presentimento di offrire un vantaggio sostanziale a tutti gli utilizzatori di macchine del settore grazie al nostro network controller CAN (Controller Area Network)”. L’ufficio studi e sviluppo della Leica e GOMACO, unitamente, hanno sviluppato questa nuova tecnologia del futuro, in grado di offrire notevolissimi vantaggi a tutti gli utilizzatori di macchine GOMACO.


Funzionamento

Si parte dal rilevamento del cantiere in progetto. Tutte le informazioni riunite dopo il rilevamento vengono utilizzate per definire il progetto e creare un’immagine 3-D.

Sub-stazioni totali vengono posizionate lungo il percorso della macchina nel cantiere, e questi diventano i punti di riferimento in base alle misurazioni dell’area e degli elementi da produrre. Le informazioni ricevute dai differenti punti di riferimento permettono di realizzare, attraverso le stazioni totali, le immagini del cantiere 3-D.

Un  centro di comando (CC) 3-D Leica viene montato sulla finitrice GOMACO ed è collegato al sistema di controllo CAN. L’immagine 3-D del progetto è tele-caricata nel centro di comando. In questo modo, i punti di riferimento delle stazioni totali sono inglobati nell’immagine 3-D del cantiere, e le informazioni delle singole posizioni sono ricevute dal centro di comando. Non resta che inserire la macchina nell’immagine. Per questo si prenderanno nuove informazioni dal prisma montato sulla macchina, nei confronti delle sub-stazioni totali dislocate lungo il percorso.

Le sub-stazioni totali scambiano via radio dei segnali e delle coordinate con il centro di comando montato sulla macchina.

Le informazioni sono costantemente aggiornate man mano che la macchina si muove; le stazioni totali la seguono e dialogano mediante dei segnali radio con il centro di comando, con una cadenza di 8 volte al secondo.

In qualche millesimo di secondo, il centro di comando prende i dati delle coordinate in tempo reale e li confronta con i dati delle coordinate del piano di lavoro.

Il centro di comando manda le informazioni sul circuito al sistema di controllo CAN, che provvede a guidare e dirigere la macchina.


Vantaggi

Il sistema senza filo presenta diversi vantaggi: può adattarsi ai diversi raggi di curvatura e ai differenti livelli di scorrimento in automatico in funzione dei dati di progetto. Il sistema di navigazione in tempo reale permette ai dati di progetto creati nel Sistema CAD di essere direttamente integrati nel processo di lavorazione. Si ottiene quindi un prodotto di qualità migliore, una sicurezza di funzionamento e un aumento di produttività del lavoro.

Ricordiamo ugualmente tra gli altri vantaggi, l’utilizzo della macchina senza interruzioni per lunghe distanze.

L’utilizzatore potrà posizionare le sub-stazioni totali le quali, per il loro utilizzo, non prevedono né cavi di collegamento, né operazioni di manutenzione.

Il vantaggio essenziale si riscontra nella logistica del cantiere. “L’utilizzatore, infatti, potrà muovere la macchina nel cantiere senza paura di interferenze con il filo guida”, dichiara Kevin Klein: “Io penso che con il tempo il sistema guadagnerà in precisione”.

Riassumendo, possiamo sintetizzare i benefici del sistema nel seguente modo:

- Miglior qualità della superficie di getto;

- Possibilità di produrre con precisione, controllo e velocità;

- Tempi di preparazione ridotti per il getto di calcestruzzo;

- Eliminazione degli ostacoli determinati dal filo guida, che potrebbero rappresentare un rallentamento nella logistica dei cantieri.

Sono stati effettuati diversi test utilizzando il sistema Leica Geosystem sulle macchine GOMACO con ottimi risultati. Siamo in grado, quindi, di fornire qualche esempio di applicazione reale.


Esperienze di lavoro con Vibrofinitrici GOMACO guidate dal sistema Leica Geosystem

1) Alabama, Northport;

2) Forrest Avenue, Ida Growe;

3) Heathrow Airport, Londra;

4) Zurich-Kloten Airport, Zurigo.


1) Una pagina storica è stata scritta a Northport in Alabama (Marzo 1999): per la prima volta una finitrice ad estrusione GT 3600 veniva guidata da un sistema senza filoguida Leica. Sono stati realizzati con successo un marciapiede e una canaletta dalla società Shirley Concrete Company.

2) Lo scorso settembre la Forrest Avenue in Ida Growe (Iowa), è diventata la prima strada degli USA a essere realizzata con un getto in calcestruzzo dove veniva impiegato il Sistema Leica. La Godbersen-Smith Construction Company, utilizzando una GOMACO GP-2600 comandata dal Sistema Leica, ha realizzato una strada con marciapiede integrato della lunghezza di 335 m. e con una larghezza di 8,23 m.

3) L’ aeroporto di Heathrow prevede un progetto di costruzione di circa quattro anni e sarà costruito dalle società BAA e AMEC Pavement Team. Dopo l’installazione e i primi test nel mese di febbraio , l’impianto è entrato in produzione nel mese di luglio dello stesso anno. Il sistema fornisce grandi vantaggi e risparmi di tempo e di investimento con un notevole miglioramento della qualità del prodotto finale. Il team di pavimentazione utilizza per il getto una vibro finitrice GHP-2800, due Leica MLGS - S e sei sub-stazioni totali TCA 1101.

Quando la base di getto è  preparata e il disegno del progetto è immesso nel sistema Leica MLGS - ed automaticamente negli altri sistemi di controllo TCA 1101- il lavoro di getto ha inizio: la pavimentatrice GOMACO GHP -2800 riceve in tempo reale i comandi per la direzionalità e contemporaneamente per il livello di produzione dal sistema di controllo della macchina. La macchina viene direzionata dal disegno 3D ed estrude il calcestruzzo finito secondo il progetto. Il calcestruzzo viene gettato con tempi di preparazione inferiori ad una velocità di 1 metro al minuto e un risultato nella tolleranza di più o meno 2-3 mm. sull’altezza e 10 mm. sulla larghezza. L’incremento in produzione è stimato circa al 20%, ottenendo una superficie più accurata senza maggiori costi.

4) L’ aeroporto di Zurigo ha subito diverse fasi di ampliamento negli ultimi anni. Si è arrivati alla  quinta fase che include un terminal addizionale, la costruzione di nuove aree di parcheggio, il Centro AIRSIDE, una nuova hall per il check-in, il tutto collegato direttamente alla stazione ferroviaria. Queste opere venivano realizzate prevedendo un aumento del numero di passeggeri ed anche per migliorare i servizi generali dell’aeroporto.

Il nuovo progetto aveva un budget totale di 2,3 miliardi Franchi Sv., dei quali 403 milioni di Franchi Sv venivano destinati alla costruzione di taxi-way e aree speciali destinate alla rimozione del ghiaccio delle ali degli aerei.

La realizzazione di queste aree è avvenuta mediante una GOMACO GHP-2800, che veniva utilizzata per il getto di strisce con una larghezza 6 m. e un’altezza di 36 cm. Le tolleranze di getto richieste erano di 10mm. sulla larghezza e 3 mm. sull’asse verticale.

La società WALO BERTSHINGER AG disponeva già di una finitrice GHP-2800, pertanto non è stato necessario acquistare una nuova macchina, ma solamente attrezzare la finitrice esistente con un nuovo sistema di guida Leica 3D; si è rivelato molto semplice collegare al sistema di comando computerizzato della macchina GOMACO il nuovo sistema di guida Leica.

Il consorzio che aveva ricevuto l’appalto era costituito dalla Walo Bertshinger AG, Batigroup AG, Specogna Bau AG, Heilit + Worner.

L’operatore poteva restare concentrato sulle caratteristiche della costruzione del getto e, in particolare sulle condizioni del calcestruzzo, in quanto tutta la problematica dell’allineamento della macchina veniva seguita dalla stazione Leica 3D.

Dice Beat Furrer: “Il mio lavoro è diventato più semplice dopo che è stato installato il sistema Leica. Posso dedicare maggior tempo alla qualità del getto e ai suoi eventuali miglioramenti. Guardate per esempio il profilo laterale del getto: dopo che la macchina viene guidata dal controllo automatico, gli angoli laterali risultano perfetti ed allineati. Io devo restare concentrato sul controllo della qualità del calcestruzzo e che giunga in quantità corretta nelle varie parti della macchina”.

Dopo tre mesi di lavoro i risultati hanno provato che l’adozione del sistema Leica Geosystem come sistema di guida era stata una giusta decisione. Nessun momento  critico si era presentato nelle varie fasi di lavoro e i benefici erano evidenti nella rapidità e nei progressi della costruzione. Il Sig. Martin Banziger, Direttore di produzione, ha dichiarato: “con l’utilizzo della guida della macchina mediante sistema Leica abbiamo risparmiato il 50% nei lavori di preparazione del getto e abbiamo ottenuto un incremento di produttività globale di circa il 20%, grazie alle caratteristiche della guida della macchina”. Dice Banziger: “Con questo nuovo sistema di guida collegato alla finitrice GOMACO GHP-2800 possiamo ottenere un getto finito indipendente dalla caratteristiche del terreno, con precisione e velocità di produzione. La guida mediante filo non avrebbe mai potuto fornire la stessa precisione e sarebbe stata un continuo ostacolo per tutti gli altri mezzi in movimentazione sul cantiere”.

 

Date le caratteristiche tecniche del Sistema di guida Leica, esso può essere utilizzato anche su macchine profilatrici tipo GOMACO 9000 – 9500  in vari progetti.

La condizione base di funzionalità richiesta è che le macchine GOMACO utilizzate siano munite di Network Controller.


Le macchine GOMACO vengono progettate e costruite con la finalità di assicurare anni e anni di servizio affidabile e sicuro. Sono dotate di pulsanti per l’arresto in emergenza, appositamente posizionati nei punti più opportuni sulla plancia di comando e in tutti gli angoli delle macchine; potranno anche essere collocati in altri punti richiesti da applicazioni specifiche. Vengono forniti inoltre accessori per la sicurezza quali carter sui cingoli, cartelli di avvertimento, un manuale dell’operatore e un manuale per la sicurezza. Le macchine GOMACO sono costruite in modo da offrire all’operatore la massima visibilità durante tutte le operazioni di pavimentazione. La GOMACO Corporation raccomanda l’attuazione di tutte le procedure di sicurezza.

(Translated by Vimatek S.R.L. - 06/2009)

 




GOMACO Home / Curb & Gutter / Pavers / Placer/Spreaders / Trimmer/Placers / Texture/Cure Machines / Cylinder Finishers / Canal/Slope / Airports / Support Equipment / Contact Us! / Sitemap / GOMACO University / GOMACO Trolley Company / Godbersen Equipment Company

Copyright © 1998-2017 GOMACO Corporation Inc.
All Rights Reserved
web@gomaco.com or visit our feedback page